GLS "saggia" l'eDucatoa MIlano il corriere mette alla frusto lo zero emission di Fiat. Ambrogio nuovo CEO


Grazie alla collaborazione con Stellantis, GLS si testa sul full elettric in uno degli scenari più complicati, la città di Milano. Consegnato il primo veicolo – la versione e- del nuovo Ducato e già messo all’opera.

L’iniziativa rientra nel più ampio progetto Climate Protect di GLS ed è un passo concreto verso la comprensione delle proprie esigenze di autonomia con capacità di carico ormai consolidate dall’esperienza in termini di portata utile e reale, percorso, orografia, turni e rete di infrastrutture per la ricarica.

 

Un serio studio di fattibilità

“Riteniamo che il settore della logistica debba ripensarsi in ottica di sostenibilità ambientale e, ormai da qualche anno, siamo impegnati nel taglio delle emissioni di Co2 della nostra intera catena del valore - commenta Klaus Schädle, Group Area Managing Director di GLS – Oggi, con il supporto di Stellantis, muoviamo un passo decisivo su questo nuovo percorso di logistica urbana ad emissioni zero che ci vedrà sempre più protagonisti grazie all’utilizzo dei furgoni elettrici, delle e-bike e degli e-scooter”.

(descrizione)“Regione Lombardia guarda con favore alle iniziative di mobilità sostenibile – afferma l’assessore all’Ambiente e clima di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, presente alla consegna (a destra nella foto con Matteo Pioggia, district manager GLS di Milano – in particolare alla volontà di GLS di muoversi con mezzi a emissioni zero, che oggi prende il via con l’adozione di un Fiat E-Ducato Full Elettric, La mobilità sostenibile è parte integrante di un modello sostenibile di sviluppo, nel quale Regione Lombardia vuole avere un ruolo di rilievo. Ridurre le emissioni inquinanti e climalteranti è il primo passo su cui stiamo ottenendo risultati significativi, come dimostrato dal successo per i bandi di Regione Lombardia per il rinnovo delle auto più inquinati. Tutti insieme possiamo migliorare l'ambiente nel quale viviamo pur in un momento particolare come quello che stiamo attraversando”.

 

(descrizione)Ambrogio nuovo CEO

Da segnalare anche la nomina del nuovo Chief Executive Officer di GLS Italy, Andrea Ambrogio.

L’ingresso di un professionista dalle spiccate competenze e dal respiro internazionale come Andrea Ambrogio è un passo significativo per il percorso di crescita di GLS nel mercato italiano – afferma Klaus Schädle – Porterà in dote un know-how di alto livello proprio di un manager abituato ad operare in strutture complesse, che sarà fondamentale per consentire all’azienda di affrontare con successo le nuove sfide del mercato della logistica”.

Andrea Ambrogio ha oltre 20 anni di esperienza nella logistica internazionale, nella gestione di filiali e unità aziendali e nella direzione generale. Ha lavorato in Italia, Francia, Germania, Cina e Slovacchia nel trasporto stradale/ferroviario, nel freight forwarding e nella contract logisticNegli ultimi 15 anni ha ricoperto posizioni di leadership con piena responsabilità di conto economico a livello nazionale. Il suo ultimo incarico come membro del consiglio di amministrazione di CEVA Logistics Italy a Milano è stato quello di Cluster MD Contract Logistics & Transport.

Partner