Così mai: Fiat Professional ha lanciato il MY2020 del Ducato, ora anche elettricoL'intervento sul leggero stradale ha inserito prestazioni e tecnologia



Performance, sostenibilità (n'è prevista addirittura, grande novità del marchio, una versione 100 per cento elettrica) e tecnologia. Sono le tre leve del Fiat Ducato MY2020, che può già essere ordinato presso le concessionarie Fiat e Fiat Professional. 

Lasciamo un attimo da parte i motori per concentrarci sui sistemi di assistenza alla guida, elevati di livello per includere il Full Brake Control (supporto alla frenata d'emergenza), il Rear Cross-path Detection (in fase di manovra rileva veicoli in avvicinamento laterale), il Traffic Sign Recognition, il Blind Spot Assist e il Lane Warning.

Sul "miglior Ducato di sempre", come è stato definito il modello in fase di lancio, è installato un nuovo touchscreen da 7 pollici by Mopar, integrabile sia con Apple CarPlay e sia con Android Auto

Il commerciale leggero stradale, primo in Europa da cinque anni di fila nonché best-seller in 12 paesi, è mosso da propulsori Euro 6D con doppia possibile classe di potenza (120 e 180 Cv), alimentati da serbatoi a gasolio e a metano.

Il contenimento del Total Cost of Ownership, valore fondante per le flotte aziendali, è ancorata all'ECOpack che opera in combinazione con altre soluzioni: selezione della modalità 'Eco', pompa a controllo elettronico, alternatore intelligente e Start&Stop, senza contare l'apporto positivo legato al nuovo cambio automatico '9Speed' che consente un'ottimizzazione nella resa della coppia motrice.

Il primo elettrico di Fiat Professional

Come anticipato, a partire dal prossimo anno, l'offerta di trazioni alternative su Fiat Ducato aggiungerà l'alimentazione elettrica (svelata in anteprima mondiale in questo avvio di estate) a quella a gas naturale. Il BEV italiano, il primo di questo tipo per il brand Fiat Professional, ha recepito gli standard qualitativi più avanzati seguiti dal Gruppo FCA. 

Per arrivare a trasportarlo dalla carta alla catena di montaggio, è stato analizzato per un anno il comportamento della clientela al volante. Dall'indagine è emerso che un quarto del mercato dei professionisti è già 'idoneo' per il passaggio all'elettromobilità, stanti in primis stile di guida, scelta dei percorsi (la loro variabilità è generalmente bassa) e organizzazione del lavoro attraverso una pianificazione dell'agenda che preveda chilometraggi quotidiani contenuti a fronte di un incremento sensibile nel numero delle giornate dedicate ogni anno all'operatività.  

Sono sopratutto gli alfieri legati al nuovo sistema di logistica urbana i primi ad apparire già pronti al passaggio: parliamo di corrieri postali e spedizionieri, di operatori del ramo e-commerce e per la ristorazione a domicilio, di vettori del trasporto locale 'hub-spoke' (ossia, costituito intorno a un perno da cui si irraggiano più direttrici). 

Anche le modifiche alle condizioni di accesso nei grandi centri cittadini sta avvicinando sempre più il momento in cui tutti dovranno fare i conti con i veicoli completamente zero emissioni.

Il Fiat Ducato Electric sarà proposto all'interno di un pacchetto completo e personalizzabile, tarato per rispondere alle esigenze di mobilità del singolo cliente. Saranno offerte opzioni modulari dotate di batterie con percorrenza compresa tra 220 e 360 chilometri e configurazioni di ricarica diverse.

Cento chilometri orari è la velocità massima del mezzo (90 kiloWatt il picco di potenza, 280 Nanometri il limite della coppia). Il nuovo Fiat Ducato zero emissioni non perde nulla sul piano del volume di carico, che rimane il best in class (è compreso tra 10 e 17 metri cubi), mentre, a seconda delle versioni, la portata non supera il tetto dei 1.950 chilogrammi.

(descrizione)

Partner