Tre X e un +Nuova generazione Daf all'insegna del "total upgrade" (video)


(descrizione)Si chiamano XF, XG e XG+, e sono i nuovi modelli appena presentati da DAF. Ne leggerete ampiamente sulle pagine di Vie&Trasporti, ma una anticipazione non può che fare piacere. Ecco allora quali sono le caratteristiche dei nuovi modelli di un marchio che in ambito trattori non è secondo a nessuno in Europa.

 

In linea con le strategie Ue

I miglioramenti sono stati apportati con l’ottica di toccare tutti i punti strategici della funzionalità, della sicurezza, del comfort e dell’economicità. (descrizione)Partiamo proprio da quest’ultimo fattore, sul quale il marchio olando-statunitense dichiara un miglioramento delle performance nell’ordine del 10%, contribuendo quindi alla riduzione delle emissioni che comunque Daf persegue con una acuta politica di veicoli a zero emissioni (ovviamente soprattutto i “piccoli”). Non solo: la tempistica aiuta il marchio, in quanto questa nuova serie è la prima a ottemperare il quadro di richieste dell’Ue contenute nel nuovo regolamento relativo a masse, dimensioni, sicurezza, comfort e CO2. Vediamo in particolare i tratti essenziali dei tre modelli presentati

 

(descrizione)L’XF si dà una rinfrescata. Anzi, di più

La cabina è stata ridisegnata e allungata (16 cm) e quindi esternamente appare con una prua più pronunciata e aerodinamica. Rispetto al predecessore, l’XF ha il sedile di guida posizionato più in basso di 75 mm rispetto alle note (e ancora disponibili) cabine Super Space e Space Cab. Con la nuova inclinazione del frontale, l’ampiezza del parabrezza e la linea di corda dei finestrini più bassa ne guadagna anche la visione laterale (elemento premiante nella persecuzione della massima capacità di scorgere pedoni, ciclisti e monopattinisti  negli angoli stretti). Il nuovo XF è dotato di una altezza interna tra 190 e 270 cm.

 

XG e XG+, futuro anticipato

Del tutto nuovi XG eXG+, proprio le configurazioni generate per ottemperare al regolamento Ue di cui sopra in termini di masse e dimensioni. I due modelli di punta dispongono, oltre ai 16 cm dell’XF, di altri 33 cm nella parte posteriore, assicurando un sensibile implemento nell’abitabilità della zona notte (o meglio, living). Il pavimento è più alto, rispetto all’XF coevo, di 12,5 cm. Più piatto, vi si accede utilizzando soltanto tre gradini. L'abitacolo della cabina di DAF XG offre un'altezza interna compresa tra 198 e 210,5 cm. 

(descrizione)

La versione Plus presenta un ceiling interno ancora maggiorato, con uno spazio interno verticale che arriva a 2,2 metri! Questo gigantesco spazio abitativo ruba all’XF il ruolo di ammiraglia della flotta, con un volume utile complessivo di 12,5 metri cubi (14& in più dell’XF Super Space Cab oggi in commercio).

 

Liscio liscio dappertutto

I designer DAF ci hanno preso gusto e hanno approfittato del restyling della cabina per modernizzare e fluidificare linee e pannelli, oggi all’essenziale, e per ridisegnare la calandra, oggi più pronunciata. Il paraurti in acciaio ha un nuovo design che lo integra nel corpo veicolo componendolo però in tre pezzi separati (minor costo in caso di incidente). I fari a LED, belli di suo, aiutano a conferire uno stile dinamico, moderno all’insieme della struttura. Di serie su XG e XG+ gli skylight LED.

 

E i motori? Tutto nuovo

Il design è il comfort non sono tutto, ed ecco quindi spazio al lavoro degli ingegneri Paccar sia sul motore che sulla trasmissione. I propulsori sono l’MX-11 da 10,8 litri e l’MX-13 da 12,9 litri. Nuovi iniettori, nuova testa e gruppo basamento monoblocco e quindi nuove camere di combustione e cilindri. Potenziato il turbocompressore, nuove anche le pompe pneumatiche e gli alternatori. L'impianto di post-trattamento dei gas di scarico è stato ridisegnato per minimizzare la distanza tra lo scarico del turbocompressore e l’ingresso nell’unità EAS, riducendo al minimo la perdita di temperatura dello scarico e massimizzando così l'efficienza. 

Il risultato è un motore più efficiente con prestazioni eccellenti sia guidando che frenando, minori emissioni di CO2, un intervallo di assistenza annuale e un peso inferiore di 10-15 kg. 

(descrizione) 

La versione di punta da 390 kW/530 hp offre 2.550 Nm in ciascuna delle marce basse e 2.700 Nm in quelle alte. La coppia massima si registra già a 900 rpm (anche per il 13 litri), il freno motore assicura fino al 20% in più di coppia massima a basso regime.

Il cambio automatizzato è il TraXon di serie, con nuove tecnologie come la selezione automatica della marcia di partenza, funzionalità predittive migliorate e (come optional) funzione urge-to-move. I nuovi modelli sono dotati di assali posteriori con bassi livelli dell'olio e nuovi cuscinetti del pignone. Le pinze del freno di nuova generazione garantiscono minori perdite per attrito e minore peso. 

Queste innovazioni, tra l’altro consentono un sensibile abbattimento del peso complessivo del trattore, che non supera le 6,9 tons. Ulteriore contributo all’efficienza Predictive Cruise Control III generazione con EcoRoll e Preview Downhill Speed Control.

 (descrizione)

Tutti connessi e manutesi

Con questi nuovi modelli DAF introduce gli aggiornamenti in modalità Over-the-air per il motore e l'impianto di post-trattamento, e anche per l'ECU del veicolo, il Gateway di sicurezza centrale (CSG) e DAF Connect. Gli intervalli di assistenza fino a 200.000 km contribuiscono a una disponibilità senza pari nel settore. Per le lunghe percorrenze è inoltre disponibile un'opzione a lungo intervallo di assistenza.

 

Tanti più tecnologici

Rimaniamo alle pagine della rivista per maggiori dettagli, ci limitiamo qui a una sintesi di quelli che a nostro avviso sono i principali plus

Efficienza nei consumi di carburante aumentata dell'10%

Migliore aerodinamica e design esterno

Miglior area visiva anteriore e laterale

Migliore gestione del flusso d'aria del vano motore

Nuove motorizzazioni ad alta efficienza

Sistemi di ausilio alla guida migliorati

Peso del veicolo ridotto (6.912 per l’XF base)

Connessione per gestione e predittività

Intervalli di assistenza annuali e fino a 200.000 km

Parabrezza e finestrino laterale con linea di visibilità ultra-bassa

Sistema di visione digitale DAF - DAF Corner View 

Luci interamente a LED 

Freno di stazionamento elettronico (anche a bassa velocità)

Partner