Volvo regina del ServiceSTAT Supera Mercedes e smart nel rapporto con concessionarie e officine



Concessionarie e officine autorizzate per i servizi di post-vendita - in tutto ne sono state sentite un migliaio - hanno scelto, è Volvo il Marchio preferito. La Casa svedese ha preceduto Mercedes e smart, chiudendo in testa il ServiceSTAT presentato da Quintegia in occasione della prima giornata del Service Day 2019, evento di cui la società trevigiana è organizzatrice dallo scorso anno dopo aver raccolto un'idea di AsConAuto.

La valutazione finale ottenuta dal costruttore di Göteborg è di 3,95, su una scala che, per i vari punti indagati, prevedeva di assegnare da un minimo di 1 a un massimo di 5.

Riscontri altamente lusinghieri sono stati ottenuti da Volvo con riferimento a quasi tutti gli indicatori analizzati: gestione dei reclami e degli interventi in garanzia, strategie di marketing after-sales e disponibilità al dialogo con la rete. Il Marchio della Stella ha chiuso con un 3,77, mentre smart a 3,70, davanti a Toyota e Audi.

Scende, ma rimane comunque di rilievo, la valutazione media (3,28) attribuita alle ventitré Case automobilistiche coinvolte dall'indagine ServiceSTAT. 

Per 6 operatori su 10 il rapporto con il brand rappresentato è compreso tra 'soddisfacente' e molto soddisfacente'. La fetta di coloro che si dichiarano poco o per nulla soddisfatti è limitata a un 12 per cento. 

Tra le aree che dovrebbe divenire oggetto di intervento secondo gli addetti ai lavori figurano, in particolare, i pacchetti manutentivi (valutazione complessiva: 2,92). Tutt'altro discorso, invece, per quanto riguarda formazione (3,63) e ricambi (3,60).

Interventi in garanzia, con il 3,03, e redditività (3,09) superano di poco la sufficienza, mentre appare nettamente migliore il giudizio su marketing e CRM, management post-vendita, estensioni della copertura del veicolo, e standard.

Partner