Il post-pay di Dkv Euro Service valido anche per il transito in SerbiaRichiesta di pagamento emessa solo una volta superato il casello



L'estensione era attesa da tempo. Dal primo ottobre scorso il pagamento e la fatturazione del pedaggio autostradale da parte dei camion sono ora possibili anche in Serbia attraverso la procedura post-pay di Dkv Euro Service. Si tratta di un'innovazione assoluta nel panorama delle carte carburante e dei servizi per l'autotrasporto.

Ai driver dei truck sarà così concesso di percorrere le corsie veloci dedicate, evitando di perdere tempo in coda ai caselli. Altro elemento vantaggioso per gli operatori del settore: la fattura sarà emessa in formato digitale solo una volta che sia stata superata la barriera. Non viene quindi più richiesto di versare anticipatamente la somma ancor prima di immettersi in strada.

Il box pedaggio per il pagamento posticipato di Dkv Euro Service potrà essere ritirato, mostrando carta di circolazione e card dell'azienda, al confine con il Paese dell'area balcanica. L'unità di bordo (OBU) ricevuta sarà configurata sul posto secondo i parametri indicati dal richiedente.

I transiti sul territorio serbo, che rappresenta uno snodo strategico per gli spedizionieri che operano a livello internazionale, saranno rilevati dal dispositivo e utilizzati per il conteggio finale incluso della fattura trasmessa al datore di lavoro una volta al mese da Dkv, azienda che nel 2019 è arrivata a festeggiare i quarant'anni di presenza in Italia.

Partner