Fari automotive: il rilancio annunciato nel mercato italiano di TungsramEntro il marzo del 2020 andranno a sostituire le lampadine di GE



Il settore dei fari automotive si sta preparando al rilancio in Italia del marchio Tungsram in virtù all'operazione di management buyout (MBO) dell'aprile 2018, legata alle attività nel settore illuminazione della statunitense General Electric (GE). Si parla di un processo di acquisizione di ramo d'azienda che ne pone la titolarità in capo a manager interni.

"Seppure poco presente nei mercati europei, come l’Italia, negli ultimi trent'anni", ha dichiarato Gabriella Mózes, General Manager Global di Automotive Tungsram, il Brand in questione ha continuato a operare nelle aree R&D (Ricerca e Sviluppo) e produzione.

"Lavoreremo alacremente per ristabilire la familiarità del marchio Tungsram - ha aggiunto la Mózes - e per garantire che i nostri clienti, tra cui costruttori di veicoli, officine, rivenditori di accessori per auto e automobilisti, percepiscano come i nostri prodotti siano la scelta giusta per loro.".

Leggi anche: I fari automotive e la percezione di sicurezza al volante

Il portafoglio prodotto del Brand, presente nel mercato illuminazione automotive da una sessantina d'anni, andrà a sovrapporsi interamente alla gamma in precedenza proposta in vendita da GE. I tempi indicati per la chiusura della transizione commerciale, nel nostro Paese, da un marchio all'altro è fissato entro il mese di marzo 2020

Le soluzioni Tungsram sono installate di serie a livello globale, da fornitori di primo impianto, negli specchietti retrovisori, nei gruppi ottici anteriori e nei fanali posteriori. La clientela, ripartita in più di 100 nazioni al mondo, annovera semplici automobilisti, costruttori, produttori di sistemi specifici, ricambisti, officine aftermarket, grossiti e dettaglianti.

"Partiamo da una posizione di forza grazie alla qualità eccezionale, oggetto di numerosi riconoscimenti, e a impianti di produzione all'avanguardia", ha ricordato la Mózes, senza dimenticare gli oltre venti parametri verificati in corso di produzione nel corso di otto diverse fasi.

"Guardando al futuro - ha concluso la General Manager Global di Automotive Tungsram -, stiamo investendo nell'innovazione e nello sviluppo di nuove tecnologie per assicurarci che i nostri clienti sappiano che possono fidarsi di Tungsram e possono contare sulla nostra esperienza, sulla qualità dei nostri prodotti e sulle loro prestazioni.".

Partner