Nuova stazione GNL Ekopoint ad AgrateL'impianto, il più vicino al momento a Milano, rifornito da Liquigas



Si lega alla collaborazione tra Ekopoint e Liquigas, entrambe attive nel ramo dei combustibili 'green', l'apertura della stazione di rifornimento a gas naturale liquefatto (GNL all'italiana, LNG nell'acronimo inglese) al momento più vicina a Milano.

L'impianto in questione - che servirà i mezzi pesanti, ma anche auto e veicoli commerciali leggeri (in questo caso con gas naturale compresso o CNG) -, si trova ad Agrate Brianza (MB) nelle vicinanze dell'omonimo casello dell'autostrada A4.

La struttura si compone di un serbatoio verticale di stoccaggio, con portata di 60 metri cubi, e di tre erogatori per il rifornimento, di cui uno a GNL e due a GNC-L (metano rigassato e compresso).

Dopo l'arrivo della stazione Ekopoint di Agrate Brianza (in via Delle Industrie 12/16), i punti a GNL in Italia arrivano a superare quota 40 (per un'idea più precisa della capillarità del servizio, rinviamo ai due grafici di Federmetano proposti a seguire)

(descrizione)

(descrizione)

Non serve ricordare che, rispetto ai carburanti tradizionali (benzina e gasolio), il gas naturale - in forma sia liquefatta sia compressa - abbassa drasticamente le emissioni di CO2 e di polveri sottili. Il dato di sostenibilità ambientale, unito a performance efficienti e prezzi di acquisto ridotti, ne fa un alleato efficace nella sfida quotidiana per il contenimento dei costi operativi.     

L'apertura ufficiale dell'impianto brianzolo ha visto anche una dimostrazione di rifornimento offerta grazie alla collaborazione di un costruttore, Iveco, che è (ri)conosciuto per l'impegno nello sviluppo della tecnologia CNG/CNL.

Già nel settembre 2018 aveva voluto essere presente all'inaugurazione ufficiale della stazione del Gruppo sardo ISA a Villacidro (VS), predisposta per l'erogazione delle due soluzioni di gas naturale. Il veicolo utilizzato per la demo ad Agrate Brianza è uno Stralis NP 460.

"Per la prima volta nella storia economica globale, un nuovo carburante si diffonde simultaneamente in tutti i continenti - ha rilevato nell'occasione l'Ing. Fabrizio Buffa, Gas Business Development Manager per il Mercato Italia di Iveco -. Gli sforzi e gli investimenti che abbiamo iniziato a concentrare, anche quando parlare di gas naturale, per i veicoli industriali e per le missioni a lungo raggio, pareva un mero esercizio utopistico, hanno confermato la lungimiranza della nostra visione e oggi continuano a confermare che ci trovavamo sulla strada giusta".

La riprova di quanto affermato arriva dal fatto che la domanda di veicoli collegati a quella specifica tecnologia non smette di crescere. "Con più di 650 unità (a LNG) immatricolate da inizio anno nel solo mercato nazionale - ha ripreso l'Ing. Buffa -, Iveco è decisa a mantenere la propria leadership, continuando a investire nello sviluppo della sua intera gamma di veicoli a metano. Ancor più oggi che anche governi e istituzioni hanno iniziato a riconoscere l’importanza strategica e il valore di questo carburante, pulito e conveniente, nella realizzazione di un trasporto davvero sostenibile". 

A sostenere l'utilizzo del GNL concorre anche Liquigas con le sue otto stazioni di servizio dedicate, private e pubbliche, rifornite. Entro la fine del 2019 è attesa l'apertura di altri cinque impianti.

"Creare le condizioni a favore della massima diffusione di un combustibile che rappresenta il futuro dell’autotrazione pesante sostenibile" è l'impegno ribadito dal Responsabile Vendite Italia Grandi Clienti e GNL dell'azienda, Massimiliano Naso, che ha parlato di "importanti progetti in fase di valutazione".

Partner