Ford e Volkswagen insieme per i vanAlleanza strategica per competere sul mercato



Non una joint venture, bensì un’alleanza e – almeno per ora – limitata al solo comparto dei veicoli commerciali leggeri.

(descrizione)E il perché è presto spiegato. A oggi, Ford da una parte e Volkswagen (dopo la fine della partnership Daimler per lo Sprinter/Crafter) dall’altra sono gli unici due costruttori occidentali di furgoni a non avere alcun accordo di collaborazione con altri marchi, come invece fanno tutti i loro concorrenti.

In un mercato in leggera contrazione e dai costi di sviluppo previsti ancor più in rialzo – soprattutto con l’avvento della trazione elettrica –, servono volumi sempre maggiori e sempre più difficili da ottenere, stante la quantità di marchi oggi sul mercato.

(descrizione)E anche creare dei ‘world van’, ossia dei modelli vendibili senza modifiche in tutto il mondo, potrebbe non bastare più nel prossimo futuro a emissioni zero.

Da qui la decisione, di questi giorni, che spinge la Casa americana e quella teutonica ad avvicinarsi.

“Le due società hanno posizioni forti e complementari in differenti segmenti dei veicoli commerciali'', ha dichiarato Thomas Sedra, responsabile della strategia di Volkswagen.

In realtà producono pressoché le stesse tipologie di veicolo. Ma Ford avrebbe da colmare il ritardo nell’elettrico e Volkswagen da far dimenticare il ‘Dieselgate’, i cui risarcimenti incombenti potrebbero ridurre la capacità d’investimento del Gruppi di Wolfsburg. Da qui l’alleanza strategica.

 

Partner