VieTrasporti Web

logo fiaccola                 Facebook  Twitter  Google  YouTube  Pinterest        cookie policy

A+ A A-

Ford e Volkswagen insieme per i van

  • Pubblicato in News

lcv-ford 1

Non una joint venture, bensì un’alleanza e – almeno per ora – limitata al solo comparto dei veicoli commerciali leggeri.

E il perché è presto spiegato. A oggi, Ford da una parte e Volkswagen (dopo la fine della partnership Daimler per lo Sprinter/Crafter)dall’altra sono gli unici due costruttori occidentali di furgoni a non avere alcun accordo di collaborazione con altri marchi, come invece fanno tutti i loro concorrenti.

 

In un mercato in leggera contrazione e dai costi di sviluppo previsti ancor più in rialzo – soprattutto con l’avvento della trazione elettrica –, servono volumi sempre maggiori e sempre più difficili da ottenere, stante la quantità di marchi oggi sul mercato. E anche creare dei ‘world van’, ossia dei modelli vendibili senza modifiche in tutto il mondo, potrebbe non bastare più nel prossimo futuro a emissioni zero.

 

Da qui la decisione, di questi giorni, che spinge la Casa americana e quella teutonica ad avvicinarsi. “Le due società hanno posizioni forti e complementari in differenti segmenti dei veicoli commerciali'', ha dichiarato Thomas Sedra, responsabile della strategia di Volkswagen.

 

lcv-volkswagen 1In realtà producono pressoché le stesse tipologie di veicolo. Ma Ford avrebbe da colmare il ritardo nell’elettrico e Volkswagen da far dimenticare il ‘Dieselgate’, i cui risarcimenti incombenti potrebbero ridurre la capacità d’investimento del Gruppi di Wolfsburg.
Da qui l’alleanza strategica.

Leggi tutto...

Al via gli ordini del nuovo Amarok

  • Pubblicato in News

Il veicolo è da pochi giorni disponibile per essere ordinato nella versione di serie con il nuovo motore top di gamma V6 TDI da 190 kW (258 Cv) che possono diventare 200 kW (272 Cv) grazie a un overboost di 10 kW (14 Cv) e 580 Nm di coppia, disponibile per le versioni Highline e Aventura.

La coppia massima del nuovo motore è disponibile in una gamma di regimi compresa tra 1.400 e 3.000 giri, mentre la potenza massima viene erogata tra 3.250 e 4.000 giri. Presenta di serie la trazione integrale permanente 4MOTION e il cambio automatico a 8 rapporti.

La precedente versione dell’Amarok è stata protagonista di una divertente puntata di Fuori di Test, la nostra seguitissima serie di videoprove su strada. Guardala ora.

La versione Aventura inediti dettagli estetici, come il rivestimento nero del padiglione, nuovi cerchi da 20 pollici e vernice metallizzata Peacock Green.

Il nuovo modello è disponibile anche con cerchi Talca da 20 pollici color grafite scuro, con superficie lucidata a specchio, oltre a fari anteriori bixeno con luci diurne a LED, pacchetto Light & Sight (funzione Leaving e Coming Home e funzione intermittente dei tergicristalli con sensore pioggia), fari fendinebbia anteriori con luci di svolta e specchietti retrovisori esterni ripiegabili elettricamente, di serie per la versione Aventura, a richiesta per l’Highline.

A richiesta anche l’Rcs (Roll Cover System), la copertura mobile in alluminio da 2,52 metri quadrati per proteggere il pianale di carico.

Leggi tutto...

Vie&Trasporti prova il nuovo Volkswagen Crafter 35 2.0 BiTdi Euro 6

  • Pubblicato in News

A un anno dall’anteprima internazionale, il nuovo big van Volkswagen Crafter 35 2.0 BiTdi Euro 6 affronta l’impegnativo test di Vie&Trasporti facendo segnare il nuovo record della categoria qualificandosi come il più potente tra i nuovi Crafter a trazione anteriore.

Far da sé nella fascia regina dei 35 quintali non è roba facile e la decisione maturata qualche anno fa dalla Casa di Wolfsburg è molto più che un atto di coraggio. C’era da smarcarsi definitivamente - dopo un ventennio esatto - da Daimler, che de facto costruì sia la precedente serie del Crafter sia l’Lt 35 di seconda generazione. C’era da creare una propria expertise in questo segmento e perfino una fabbrica (poi eretta in Polonia) che li assemblasse: tutto da zero. Ma l’impresa è riuscita e i risultati di questo test, in città e fuori, lo dimostrano apertamente. Chi si aspettava un veicolo fuori dagli schemi sarà rimasto deluso. Non invece chi da tempo desiderava un big van 100 per cento Vw.

Volkswagen interna

Alla guida
Per il test abbiamo scelto la versione a trazione anteriore del Crafter, con passo medio e tetto alto: una delle configurazioni più gettonate sul nostro mercato. Equipaggiato con l’unico motore disponibile (un due litri scarsi), qui nella taratura regina da quasi 180 Cv, ottenuta sfruttando la sovralimentazione a doppio stadio. E i risultati sul fronte consumi (di gasolio) sono eccellenti, arrivando addirittura per la prima volta a sfiorare i 10 con un litro in questa categoria di peso. Risultato ancor più positivo se si considera da un lato la velocità media (record anche lì) e dall’altro l’indice prestazionale finale, che stacca il secondo classificato di circa otto lunghezze. Unico neo, i dispendi di urea, decisamente sopra la media: un dato che però sembra accomunare un po’ tutti i commerciali Volkswagen in regola con l’ Euro 6b. Un po’ leggero sull’avantreno nella marcia sostenuta e a pieno carico, Crafter mostra buone doti di maneggevolezza e prontezza di riflessi quando c’è da arrestare la cavalleria.

Per conoscere tutto sul nuovo Volkswagen Crafter 35 2.0 BiTdi Euro 6, ti invitiamo a leggere l’intero articolo sul numero Vie&Trasporti di ottobre.

 

Leggi tutto...

Prima pietra in Polonia

  • Pubblicato in News

Fino a 3.000 posti di lavoro, reparti carrozzeria, verniciatura e assemblaggio all’avanguardia e un supplier park su una superficie di 220 ettari, pari a oltre 300 campi da calcio. Questi i numeri del nuovo stabilimento Volkswagen Veicoli Commerciali in Polonia. Qualche giorno fa è stata posata la prima pietra della nuova struttura a Września, nei pressi di Poznań, nel corso di una cerimonia ufficiale, a cui hanno partecipato Leif Östling, membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Volkswagen, Eckhard Scholz, presidente di Volkswagen Veicoli Commerciali, Jens Ocksen,presidente di Volkswagen Poznań, Janusz Piechociński, vice primo ministro e ministro dell’Economia polacco, Marek Woźniak, presidente del Voivodato della Grande Polonia, e l’arcivescovo Stanisław Gądecki.
L’atto di costituzione firmato è stato inserito in una “capsula del tempo” e murato insieme alla prima pietra. “In seguito a questo investimento, la forza lavoro del Gruppo Volkswagen in Polonia incrementerà fino a oltre 16.000 dipendenti nei prossimi anni”, ha dichiarato Leif Östling. “Crescerà così anche l’importanza della Polonia come location produttiva automobilistica a livello internazionale”. Eckhard Scholz ha commentato: “Attualmente, con quasi 7.000 dipendenti, produciamo circa 170.000 veicoli destinati non solo alla Polonia, ma a tutta l’Europa e ad altri Paesi. Volkswagen Poznań sarà il secondo pilastro del marchio, dopo l’impianto principale di Hannover, e in futuro ci fornirà un supporto ancora maggiore; possiamo dire che è stata posata la prima pietra nel senso letterale nel termine: con un nuovo stabilimento e con un nuovo veicolo”. Il successore del Crafter infatti sarà prodotto in questo stabilimento a partire dal 2016. La capacità produttiva prevista è pari a 100.000 veicoli l’anno.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente